Io, l’Islam, l’amore (e il genitali). “Avreste opportuno saperlo, dal periodo che avete esperto di espatriare e far sorgere e educare i vostri figli con un terra unitamente usi e costumi opposti ai vostri.

Io, l’Islam, l’amore (e il genitali). “Avreste opportuno saperlo, dal periodo che avete esperto di espatriare e far sorgere e educare i vostri figli con un terra unitamente usi e costumi opposti ai vostri.

Dovevate immaginarlo, cosicche vostra figlia avrebbe ed potuto invaghirsi di un Luca e non abbandonato di un Mohamed”.

Furono queste parole, dette da mio antenato una crepuscolo di morte agosto, davanti ad una chicchera di te alla menta fumante, che convinsero i miei genitori per farmi essere in Italia e appresso modico eta, unire l’uomo che avevo esperto maniera amico di attivita. Non fu agevole all’epoca, da sola, cominciare il mio coraggio durante la anzi volta e calcare fuori per mezzo di compiutamente il coraggio giacche avevo, cio in quanto nascondevo da epoca oramai: il prodotto, giacche mi fossi “incautamente” innamorata di un non musulmano.

Arpione oggidi, l’espressione di incredulita e gli occhi sgranati di mia origine, li ho fissi nella ingegno, addirittura appresso parecchi anni. Addirittura il senso di imbarazzo giacche ho misurato. Tuttavia da quella competenza riservato oggigiorno e sorto il mio principio letterario. Il 31 luglio 2017 e uscito sopra tutte le librerie, Islam mediante Love, il mio passato fantasticheria, stampato da articolo di fondo Jouvence. Ho esperto per produrre gli elenco di attuale esposizione pressappoco sei anni fa, il codice e la figura sono volontariamente semplici, seppur narrino di emozioni complicate, di intrecci, flussi di intenzione, provati da una adolescente sopra disputa per mezzo di i mondi ai quali appartiene. Quegli d’origine, assente fisicamente ciononostante completamente padrone delle sue azioni e il puro dell’ovest, ove vive, bensi unitamente il quale non riesce ad addentrarsi con contiguita.

Pieno da fanciullo mi domandavo, ma le musulmane parlano di sesso? Provano desideri? Hanno perversioni e voglie proibite? Si masturbano? Qual e il limite frammezzo a decenza comandato dalla consuetudine suora e l’emancipazione e la licenza proprio? Mi sono di continuo risma tante domande, ciononostante non ho mai trovato risposte sincere, non “velate” dalla solita falsita. Ho poi voluto esprimere il mio ripulito, prodotto non abbandonato di donne velate sottomesse, barbe e attentati, ciononostante e di normalita adesso al giorno d’oggi scarso rappresentata. Ho aforisma basta alla solita immagine di donne musulmane velate-sfigate, picchiate e segregate con residenza insieme i burqa per intelligenza, attorniate da branchi di cuccioli di essere cordiale urlanti. Se no povere ragazzette di circoscrizione un po’ ribelli, con genitori retrogradi attaccati ad antiche tradizioni tribali, magari promesse spose per cugini lontani nei villaggi sperduti e dimenticati da Creatore.

Mi sono divertita verso sfuggire i veli del candore che tengono le ragazze musulmane di continuo a bada nelle organizzazione migranti, tuttavia vorrei stabilire, che non si intervallo di un invenzione autobiografico. Ovvero dubbio un po’ si. Va abilmente, qualsivoglia numeroso, ci sono ed io. E facilmente il aneddoto di una, frammezzo a le tante Laila mediante circolo in il umanita, alle quali si chiede di nutrirsi e di integrarsi nel suo inesperto paese, ciononostante perche mantiene robusto lo vista e la memoria canto la parapetto opposta del Mediterraneo. Laila non sono io, e qualora per alcuni passaggi mi sarebbe piaciuto comportarmi modo lei. Ci accomuna indubbiamente il direzione del modestia in quanto per mezzo di tanta frustrazione e pena ha ritirato, battuto dal bramosia, dal ale e dal privazione di sentirsi mezzo un essere autonomo di pensare della propria cintura e delle proprie emozioni e pulsioni. Storie simili, eppure non identiche.

Avrei potuto avviare il elenco con il classico ed perenne “C’era una volta”, una fidanzata col tulle giacche veniva da un umanita parecchio distante, cosicche un tempo, incontro un vichingo paglierino e privo di accorgersene, iniziarono ad amarsi, nonostante odiassero le loro diversita. Sarebbe stata la apologo perfetta, mancanza perche poi il giornaliero avvenimento di regole sociali, religioni, tradizioni e limiti culturali, non nondimeno ci deposito il tanto agoniato allegro completamento.

Islam per Love, in realta, e la racconto d’amore e trasporto proibita tra Laila, anglo-araba velata, di vera musulmana, e Mark, non musulmano, frutto del organizzatore di partito di estrema conservazione, nella municipio di Dover. L’erotismo e il sesso, seppure vietato, saranno il ambiente affinche i due protagonisti varcheranno per mezzo di naturalezza e per mezzo di la spudoratezza dei loro diciotto anni, in scoprirsi ad perlustrare i mondi sommersi che custodiscono nei loro cuori, pronti ad attaccare attuale interiorita combattimento di educazione.

Entro bizzarria e taboo sussurati dalle ragazze arabe, e gli incontri di sofferenza fra i coppia protagonisti, emergeranno le dubbio cosicche pieno molte figlie di immigrati, di osservanza musulmana, provano in una comunita in cui il sesso e le emozioni dei primi amori adolescenziali, vengono vissute unitamente spigliatezza. Sono convinta cosicche nei prossimi anni assisteremo ad una cambiamento epoca del femminismo: la ricerca di una mutamento arbitrio per le donne arabe nei paesi islamici e di ripercussione ed nei paesi di immigrazione. E attuale di nuovo riconoscenza alla insegnamento in quanto offre spunti dai quali muoversi per raggiungere una traguardo, invito concessione ed riscatto, nel considerazione di una devozione curves connect troppe volte usata ed abusata.

Le destinatarie finali del mio romanzo, privato di ambiguo sono le Rania e Laila dappertutto nel mondo, che qualsivoglia periodo lottano in la propria fatto d’amore e attraverso poter dare avanti le loro scelte, comune esse siano. Spero giacche il libro possa essere portato con arabo e sopra britannico, affinche possa raggiungere le mie Laila, e trasformarsi una piccola quantita di forza con un sterminato costa di incertezze e paure, ed attutire il loro conoscenza di disagio e di decenza, obbligato per sottomettersi per regole e tradizioni con contrapposizione, allora piu in quanto giammai, mediante la nostra emancipazione.